Power bank solari

Power bank solari: ecco i migliori sul mercato

Se resti fuori casa per molto tempo dovresti portarti dietro un power bank che al momento opportuno ti permetta di ricaricare il cellulare. Gli stessi power bank però non hanno una carica infinita e quindi rischiano anche loro di scaricarsi. I moderni power bank in effetti sono dotati di un pannello fotovoltaico che sfrutta la luce del sole, ma la superficie a disposizione è molto limitata e dopo una lunga esposizione al sole si ottengono solo pochissimi watt. L’eventuale ricarica sarebbe quindi molto bassa e sicuramente non sufficiente per ricaricare lo smartphone per diverse ore. Per ovviare a questo problema sono comparsi i power bank solari realizzati appositamente per incamerare la luce del sole e sprigionare una notevole energia per caricare i propri dispositivi. Scopriamo i migliori gadget che al momento offre il mercato.

Power bank solari: Addtop, il pannello pieghevole da 25.000 mAh

Il power bank solare Addtop è dotato di un pannello fotovoltaico suddiviso in 4 parti così da incamerare quanta più energia solare possibile. Quando tutti e 4 i pannelli sono aperti si raggiunge una potenza di ricarica pari a 5 W. Il dispositivo è impermeabile e quando non viene utilizzato si può ripiegare comodamente riducendo così l’ingombro. Le batterie sono pari a 25.000 mAh e richiedono molte ore di esposizione solare per una ricarica completa. L’attesa però viene ripagata dai 5 W di potenza che assicurano una ricarica piuttosto duratura.

OUTXE, power bank solare da 10.000 mAh

Tra i power bank solari particolarmente apprezzati c’è OUTXE, dotato di una capacità di 10.000 mAh in grado di caricare fino a 3 smartphone top di gamma. Il design, molto ben congeniato, è caratterizzato da un rivestimento gommato, 4 bumper agli angoli ed un’elevata protezione contro urti e cadute. É inoltre presente la certificazione IP67 che protegge il dispositivo dall’acqua fino ad un metro di immersione per un’ora. Risulta facilmente trasportabile grazie alle sue dimensioni simili a quelle di uno smartphone normale.

Per una ricarica completa sono richieste 35 ore di esposizione solare, ma i modelli competitor richiedono molto più tempo. La potenza erogata è di 1,8 watt e sono disponibili due porte USB per effettuare la ricarica. OUTXE è un power bank particolarmente versatile poiché all’occorrenza può trasformarsi anche in torcia utilizzabile in tre diverse modalità: normale, debole ed intermittente. In dotazione c’è anche un moschettone ed un cordoncino per attaccare il dispositivo allo zaino così da caricarlo durante le passeggiate o le escursioni all’aria aperta. Il costo è più alto rispetto al suo segmento di mercato ma le prestazioni sicuramente giustificano il prezzo maggiore.

Big Blue: il pannello solare intelligente

Big Blue non è un vero e proprio power bank ma un pannello solare privo di batterie e dotato di due porte USB dove collegare i dispositivi. Grazie ai 4 occhielli agli angoli può essere agganciato ovunque ed inoltre risulta impermeabile. La sua principale caratteristica è la capacità di indicare la quantità di energia erogata tramite un apposito amperometro integrato. Grazie a questo strumento è possibile capire se il dispositivo sta funzionando correttamente e come orientalo per ottimizzare le prestazioni. Eroga una potenza di 28 watt e può caricare contemporaneamente due smartphone oppure anche altri device.

 

>> LEGGI ANCHE: Auricolari impermeabili per smartphone <<

About Redazione Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.